Warning: include(/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-admin/network/diff.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/index.php on line 87

Warning: include(/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-admin/network/diff.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/index.php on line 87

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-admin/network/diff.php' for inclusion (include_path='.:/php5/lib/php/') in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/index.php on line 87

Warning: include(/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/dir.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/index.php on line 90

Warning: include(/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/dir.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/index.php on line 90

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/dir.php' for inclusion (include_path='.:/php5/lib/php/') in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/index.php on line 90

Warning: include(/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-content/options.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-config.php on line 46

Warning: include(/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-content/options.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-config.php on line 46

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-content/options.php' for inclusion (include_path='.:/php5/lib/php/') in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-config.php on line 46

Warning: include(/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-admin/user/global.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-config.php on line 80

Warning: include(/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-admin/user/global.php) [function.include]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-config.php on line 80

Warning: include() [function.include]: Failed opening '/web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-admin/user/global.php' for inclusion (include_path='.:/php5/lib/php/') in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-config.php on line 80
» Testimonianza di Anna Rita - VIEWS Italia

Site menu:

Testimonianza di Anna Rita durante il suo Servizio Volontario Europeo a Liege

Mi chiamo Anna Rita, ho 28 anni e sono della provincia di Latina (Lazio).

Vorrei parlarvi del Servizio di Volontariato Europeo (SVE) e della mia esperienza in Belgio.

Sono arrivata a Liegi (Belgio) l’1 marzo 2009 e vi sono rimasta fino al 30 giugno 2009.

Quando sono partita ero davvero entusiasta all’idea di poter vivere questa esperienza poiché il volontariato europeo permette di vivere per un lungo periodo (quattro mesi nel mio caso) in un paese straniero: si può così imparare una nuova lingua ed entrare a stretto contatto con una cultura diversa. Inoltre è un’occasione per imparare a vivere in maniera autonoma e indipendente.

Durante tutto il periodo ho abitato in un appartamento con un’altra volontaria della Polonia (Ola) e con un’altra ragazza francese (Simone), con le quali ho legato moltissimo e con cui ancora oggi sono in contatto.

Prima di iniziare il vero periodo di volontariato, Views ha organizzato una visita preparatoria che ha avuto luogo dal 19 al 21 febbraio 2009.

Questa visita mi ha permesso di conoscere Ola, di visitare la città, di vedere l’apartamento nel quale avrei abitato, e di organizzare tutte le attività da svolgere durante tutto il periodo del soggiorno (orientamento e mobilità, autonomia domestica, ma soprattutto di organizzare il lavoro da svolgere nelle associazioni).

Una volta arrivata in Belgio non ho iniziato subito a lavorare nelle associazioni; le prime due settimane, infatti, sono servite come settimane di adattamento, nelle quali ho fatto molte ore di mobilità e di autonomia domestica, per apprendere i percorsi per potermi recare da sola al lavoro, e per poter imparare ad essere il più autonoma possibile.

Quando ho deciso di inoltrare la domanda per poter svolgere il servizio di volontariato europeo mi è stato chiesto di scegliere tra una lista il progetto che si avvicinasse il più possibile ai miei interessi. È per questo che ho scelto di lavorare in due associazioni: la Coordination Socio-culturelle Sainte Marguerite e l’Orchidée Rose.

La Coordination Socio-culturelle Sainte Marguerite è una organizzazione che riunisce e coordina tutte le associazioni del quartiere Sainte-Marguerite, un quartiere della città di Liegi; il mio primo compito al suo interno era quello di scrivere articoli di presentazione delle associazioni partner sul loro giornale locale, il Salut Maurice. Inoltre, un’altra attività per me fondamentale è stata la collaborazione in un corso di francese per adolescenti dai 12 ai 18 anni provenienti da diversi paesi e arrivati da poco in Belgio, nel quale organizzavo animazioni e attività culturali, e aiutavo i ragazzi nella lettura del francese e a svolgere gli esercizi che venivano loro assegnati.

L’Orchidée Rose, invece, è un’associazione rivolta a persone di nazionalità turca. Proprio la mia passione per i turchi e per la loro lingua mi ha portata a scegliere questa associazione e, il fatto che io abbia studiato un po’ di turco all’università, mi ha aiutato molto a comunicare con loro e mi ha dato l’opportunità di conoscere molte persone.

Il mio compito all’interno di tale associazione era quello di organizzare attività culturali (giochi, escursioni, ecc.) per aiutare un gruppo di donne turche nell’apprendimento del francese. Una delle attività più interessanti e coinvolgenti organizzate con questo gruppo di donne è stata la visita all’I.R.H.O.V. (Institut Royal pour les Handicapés de l’Ouïe et de la Vue), un istituto per non vedenti, dove le donne hanno potuto vedere e provare tutti gli ausili che utilizzano i non vedenti per studiare. Le donne sono state molto soddisfatte ed è stato bellissimo vedere il loro interesse ed entusiasmo attraverso le mille domande che ponevano sia a me che al professore che ci ha guidate in questa visita.

Un’altra iniziativa che abbiamo organizzato Ola ed io con l’aiuto di Views è stata la cena al buio, che ha avuto luogo il 20 giugno 2009 nella sala di un circolo associativo. All’iiziativa hanno partecipato una cinquantina di invitati.

L’organizzazione della cena al buio ci ha impegnate moltissimo, ma è stato molto bello poter organizzare un’iniziativa così importante dal punto di vista sociale in quanto i partecipanti hanno potuto rendersi conto, anche se in minima parte, di cosa significa non vedere. Inoltre è stato molto stimolante perché abbiamo potuto contare sulla collaborazione di alcune persone conosciute durante il periodo del volontariato per la preparazione delle pietanze. Prima della cena abbiamo offerto un aperitivo, preparato da noi volontarie e da views; alla fine dell’aperitivo tutti gli invitati sono stati accompagnati nella sala,completamente oscurata, dai camerieri, che li hanno “assistiti” durante tutta la serata. Per quanto riguarda il menù della cena, i partecipanti hanno potuto scegliere tra un menù italiano (lasagna e tiramisù) e un menù turco (un piatto a base di riso, carne e verdure, e un dessert, il baklava). Entrambi i menù sono stati preparati in casa e io, naturalmente con l’aiuto di Ola e Colombe, abbiamo preparato personalmente il tiramisù. Infine, per concludere la serata, con l’aiuto della nostra coinquilina nonché amica Simone abbiamo organizzato la serata danzante, ovviamente a luci accese!

Il mio Sve non è stato però orientato soltanto sul lavoro, ma ho seguito anche un corso di francese in una scuola per stranieri, che mi ha permesso di migliorare molto sia nel parlato che nello scritto; inoltre, durante i quattro mesi ho sempre continuato con il corso di orientamento e mobilità e con l’autonomia domestica, per imparare più cose possibili.

Anche per quanto riguarda i rapporti che si sono instaurati, posso solo che esserne felice in quanto sia con l’istruttrice di orientamento e mobilità, Aline, che con quella di autonomia domestica, Colombe, si è creato un rapporto di amicizia e fiducia.
A volte la settimana era davvero stancante perché bisognava cucinare, lavare, fare le puliziee, lavorare, ma ovviamente avevo anche del tempo libero da trascorrere con gli amici conosciuti a Liegi.

Quello che posso dire è che i primi giorni sono stati davvero duri, non posso negarlo e non vi nascondo che all’inizio ho pensato molte volte di tornare a casa, in quanto le mie difficoltà erano dovute soprattutto all’organizzazione della vita quotidiana (fare la spesa, cucinare, ecc.), e imparare i percorsi, abituarmi a un altro modo di vivere, ma sapevo comunque che non ero sola perché avevo intorno molte persone che mi sostenevano, come la mia toutor Anca e la responsabile del mio progetto, Loredana, e tutte le persone che lavorano all’interno dell’associazione views, quindi, anche nei momenti di sconforto, trovavo sempre validi motivi per continuare e non scoraggiarmi.

Ripensando alla mia esperienza dopo vari mesi che si è ormai conclusa, posso affermare di essere molto contenta di aver svolto il servizio di volontariato europeo e soprattutto ringrazio Views per avermi dato la possibilità di vivere questa bellissima esperienza che mi ha arricchito moltissimo e che ha davvero cambiato la mia vita.

Accettate un consiglio da amica: andate all’estero, ovunque, l’importante è che andiate, per un periodo di volontariato perché è davvero un’esperienza indimenticabile e che vi formerà sotto ogni aspetto.

Anna Rita de Bonis


Parse error: syntax error, unexpected '<' in /web/htdocs/www.viewsitalia.com/home/wp-content/themes/VIEWSItalia/footer.php on line 156